Seo copywriting: linee guida

Il web è pieno zeppo di contenuti, ogni secondo nasce un nuovo post desideroso di posizionarsi nei primi risultati di Google & co. e di conquistare migliaia di miliardi di lettori… ma siamo sicuri che bastino solo la creatività e l’originalità per permettere che tutto ciò accada?

Scrivere sul web è un’esperienza molto diversa dallo scrivere qualsiasi altra cosa, sia un saggio, sia un articolo di giornale, bisogna fare attenzione a diversi aspetti, anche tecnici , e osservare anche piccoli dettagli che possono assumere una importante valenza strategica.
Per rendere speciale ed appetibile il nostro contenuto ai motori di ricerca, ed in egual misura ai nostri utenti dobbiamo assolutamente concentrarci su dei precetti seo che renderanno il nostro elaborato efficace, persuasivo ed ottimizzato!
Iniziamo con i concetti discorsivi per finire poi nella “fossa” dei tecnicismi .

Contenuto

Il primo decisivo passo consiste nel delineare e definire il concetto o per meglio dire, l’oggetto della nostra trattazione, ciò ci aiuterà a focalizzarci sullo scopo effettivo del nostro scritto, mantendo il focus sul tema e l’attenzione viva dei nostri utenti/lettori.
Riusciremo in questo modo ad evitare lungaggini e dissertazioni su aspetti non strettamente inerenti al nostro testo e salveremo il nostro pubblico dalle distrazioni, che sul web abbondano (i contenuti, e non solo, si moltiplicano, ma la soglia di attenzione e concentrazione rimane sempre la stessa) ed oltrettutto sono molto difficili da fronteggiare!
Una volta stabilito il contenuto, occorre porsi delle domande che ci aiuteranno a rendere “irrinunciabile” il nostro contributo scritto, poichè mirato ad una nicchia specifica, ossia a quali utenti mi rivolgo?

  • Qual è lo scopo che voglio perseguire?
  • Quali sono le domande che un utente si pone ?
  • Il contenuto risponde ad una precisa richiesta?

Forma

Non dimentichiamo che anche l’occhio vuole la sua parte, per cui è necessaria un’ortografia impeccabile, una scrittura semplice e fluida, che attraverso la correttezza linguistica e l’incisività dell’elaborato renderà la fruizione semplice ed immediata.
Ritengo sia opportuno evitare gergalismi e tecnicismi inutili che ostacolano la comprensione e raccomando di limitare al massimo anche l’uso di espressioni inglesi, ove queste siano facilmente ed inequivocabilmente sostituibili con parole italiane più chiare e comprensibili.
In definitiva il testo deve essere semplice, chiaro, aggiornato, conciso, corretto e discorsivo.

Titolo

Il titolo è una parte davvero molto importante, esso deve contemporaneamente essere creativo e quindi originale, accattivante per incuriosire ed attrarre i lettori, ma allo stesso modo deve tenere conto degli aspetti seo.
Il tag title ( posizionato all’interno del tag) è un elemento seo fondamentale, poichè comunica allo spider la parola o frase chiave scelta per indicizzare il contenuto. Si deve inserire la parola chiave necessariamente all’inizio del title che però non deve essere troppo lungo, poichè il motore di ricerca legge solo i primi 60/70 caratteri ed è importante sapere che ogni pagina deve avere il suo tag title ottimizzato per la parola chiave prescelta per quella stessa pagina. E’ Google stesso che raccomanda di creare tag title unici per ogni pagina, che siano brevi e descrittivi e che comunichino efficacemente il contenuto della pagina. Un buon utilizzo prevederebbe la scelta di questa struttura: keyword principale-brand-localizzazione.

Metatag description

Fornisce a Google una sorta di riassunto dell’argomento della pagina , è il testo che appare sotto il titolo della pagina nelle Serp.
Bisogna fornire una descrizione breve ed accurata, e coerente con il contenuto della pagina, prestando attenzione all’utilizzo delle parole chiave, senza però abusarne.
Anche le meta description devono essere uniche per ogni pagina e non devono supere i 160 caratteri.

Keyword density

È il rapporto tra la keyword ed il numero totale di parole presenti all’interno della pagina, è consigliabile inserire all’inizio le parole chiave che devono essere presenti in tutti i paragrafi!
E’ fondamentale ricordarsi di non esagerare con l’uso delle parole chiave, perchè si potrebbe incorrere nel keyword stuffing ed essere individuati come spam.

Tag header

Ci permette di suddividere in paragrafi il nostro testo, è molto apprezzato dal motore di ricerca poichè crea una struttura ben definita che consente una navigazione più facile all’utente.
Inoltre il tag heading comunica allo spider la parola chiave prescelta per indicizzare correttamente il contenuto.
Ci sono 6 tipologie di tag con cui possiamo organizzare i paragrafi del nostro testo, sono da utilizzare in ordine e ci forniscono un ottimo strumento con cui catturare l’attenzione degli utenti.

Sono

  • <h1> è l’headline, ossia il titolo principale, ed è da sempre ritenuto il più importante fra i fattori di ottimizzazione on page.
  • <h2> e <h3>  per i sottotitoli delle pagine
  • <h4> e <h5> per i testi delle pagine
  • <h5> e <h6> riguardano le note, gli approfondimenti ed il copyright.

Link interni ed esterni

I link interni sono un fattore seo imprescindibile, la cross-linking permette di organizzare una buona struttura e navigabilità , oltre ad assicurare una certa profondità del sito.
Fornire approfondimenti al lettore aumenterà oltretutto la sua permanenza nel sito, il suggerimento tecnico è di focalizzare al meglio l’anchor text ed il tag title dei link.
Per quanto riguarda i link outbound sono anche essi un fattore seo importante, poichè offrono un contenuto supplementare agli utenti e sempre se pertinenti sono ben visti anche dai motori di ricerca.

Conclusione

Ricapitolando si può affermare che contenuto originale , aggiornato e chiaro, insieme ad i fattori seo presentati renderanno il nostro elaborato il più bello ed il più “in vista”!

Stefania Ferri

Stefania Ferri

Laureata in Sociologia, con specializzazione in comunicazione e mass-media, lavoro come Seo copywriter e social media strategist. Mi occupo di #Copywriting, #Seo e #Social media marketing, accanita lettrice, vegana.

More Posts

Follow Me:
TwitterGoogle Plus

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *